Roma 20/10/2015

 

“Il nostro sistema economico, come noto, è costituito per la sua quasi totalità da micro, piccole e medie imprese ed è da questa oggettiva consapevolezza che dobbiamo partire. Unitamente al fatto, altrettanto evidente, che il mondo del lavoro, le dinamiche economiche, i sistemi produttivi sono profondamente cambiati negli ultimi decenni”, dichiara Dino Piacentini Presidente di Aniem, l’associazione delle piccole e medie imprese edili, aderente a Confimi Industria.

Questa la sintesi dell Convegno Aniem sugli Appalti tenutosi oggi pomeriggio.

Che prosegue: “Non possiamo restare ancorati, pertanto, a metodi e regole che potevano avere un senso 50 anni fa ma che oggi si presentano incomprensibili, impraticabili, assolutamente penalizzanti per un sistema economico che voglia far emergere appieno le sue potenzialità.

Vorremmo che tutti i sistemi di rappresentanza, politica, sindacale, imprenditoriale, facessero loro questi elementi, ripensassero anche al loro ruolo funzionale e contribuissero a costruire una nuovo rilancio strutturale.

La definizione delle nuove regole sugli appalti, la riforma del mondo del lavoro, la sburocratizzazione ed il rinnovamento della Pubblica Amministrazione sono espetti fondamentali per garantire uno sviluppo strutturale del nostro Paese.”

Conclude Piacentini: “Chevincailmigliore è lo slogan del nostro evento e ancor più la linea guida della nostra azione associativa: valorizzare la meritocrazia, in tutti i settori è l’unico modo per garantire uno sviluppo economico strutturale e non drogato da elementi distorsivi”.

Pagina 1 di 5